Capitalismo e teoria sociale. Marx, Durkheim, Weber

By | dicembre 31, 2015

Capitalismo e teoria sociale. Marx, Durkheim, Weber libro di Giddens Anthony


Anthony Giddens




SCARICARE (leggere online) LIBRO Capitalismo e teoria sociale. Marx, Durkheim, Weber PDF:

  • Capitalismo e teoria sociale. Marx, Durkheim, Weber.pdf

  • Capitalismo e teoria sociale. Marx, Durkheim, Weber: Il capitalismo industriale ha forgiato la società in cui viviamo, e
    dall’analisi della sua ascesa e delle sue conseguenze è nata la sociologia,
    disciplina di cui Karl Marx, Émile Durkheim e Max Weber si possono ritenere i
    padri fondatori. Questo saggio di Anthony Giddens costituisce uno studio delle
    categorie fondamentali che le loro opere hanno offerto e continuano a offrire
    alla teoria sociale, utile per sgombrare il campo da troppe interpretazioni
    frettolose. Il carattere aperto dei rispettivi sistemi di pensiero accomuna
    Marx, Durkheim e Weber, che mai intesero la loro opera come un’ortodossia. La
    loro eredità, quindi, non si esaurisce nelle indispensabili chiavi
    interpretative della modernità che hanno coniato – come la classe, l’anomia o
    lo spirito del capitalismo -, ma si estende anche al piano metodologico. La
    teoria marxiana è presentata nella sua sostanziale continuità, ridimensionando
    le tradizionali contrapposizioni fra “il giovane Marx” e il Marx della
    maturità. Della sociologia durkheimiana Giddens recupera la dimensione
    storica, trascurata dalla dominante interpretazione funzionalista, e
    dell’opera di Weber ricostruisce, dietro la molteplicità dei campi d’indagine,
    l’unitarietà del metodo scientifico. Nella parte conclusiva di “Capitalismo e
    teoria sociale”, Giddens passa a discutere – senza mai smarrire l’equilibrio
    fra rigore dell’analisi e chiarezza dell’esposizione – i principali punti di
    contatto e discontinuità fra Marx e gli altri due autori…

    Industrial capitalism has shaped the society in which we live, and the analysis of its rise and its consequences was the discipline of sociology, Karl Marx, Emile Durkheim and Max Weber can be considered the founding fathers. This essay by Anthony Giddens is a study of the basic categories that their works were offered and continues to offer to social theory, useful to clear away from too many hasty interpretations. The open character of the respective systems of thought shared by Marx, Durkheim and Weber, who never understood their work as an orthodoxy. Their inheritance, then, is not exhausted in the interpretative key of modernity indispensable which coined-like class, the anomie and the spirit of capitalism, but also extends to the methodological level. The Marxian theory is presented in its substantial continuity, resizing the traditional opposition between “young Marx” and the Marx of maturity. Durkheimian sociology Giddens retrieves the historical dimension, overlooked by functionalist interpretation, dominant and Weber opera rebuilds, behind the multiplicity of areas of investigation, the unity of scientific method. In the concluding part of “capitalism and social theory”, Giddens navigates to discuss-without ever losing the balance between rigour of analysis and clarity of exposition-the main points of contact and discontinuity between Marx and the other two authors.

    Informazioni bibliografiche

    Lascia un commento