Le fonti e il sacro. Storia camminata in un angolo di Toscana: Selva, Santa Fiora

By | novembre 11, 2016

Le fonti e il sacro. Storia camminata in un angolo di Toscana: Selva, Santa Fiora libro di Santoni Ilvo


Ilvo Santoni




SCARICARE (leggere online) LIBRO Le fonti e il sacro. Storia camminata in un angolo di Toscana: Selva, Santa Fiora PDF:

  • Le fonti e il sacro. Storia camminata in un angolo di Toscana: Selva, Santa Fiora.pdf

  • Le fonti e il sacro. Storia camminata in un angolo di Toscana: Selva, Santa Fiora: Acqua e sacro sono inscindibili. Questo vale anche per la Selva, Santa Fiora
    (GR). Dal sec. XI alla prima metà del sec. XIV il luogo è designato come “SS.
    Trinità sul Monte Calvo”, poi assume il nome di Selva. Punto di aggregazione
    continua ad essere la SS. Trinità, strettamente legata a due sorgenti. Il
    sacro nel territorio di Selva è presente anche con cappelle, croci,
    tabernacoli ed edicole a formare un reticolo abbastanza fitto. ‘Architetture
    minime’ radicate nella vita della comunità e partecipi delle tradizioni del
    luogo. Quasi un ‘museo all’aperto’ da conservare e cui dare visibilità e
    dignità culturale.

    Sacred and water are inextricably linked. This also applies to la Selva, Santa Fiora (GR). From sec. XI in the first half of the century. XIV the place is designated as “Holy Trinity on bald mountain”, then changes its name to Selva. Meeting point continues to be the Holy Trinity, which is closely tied to two sources. The sacred within the territory of the wilderness is also present with chapels, crosses, Tabernacles and newsstands to form a pattern quite dense. ‘ Minimum ‘ Architecture rooted in community life and participate in the traditions of the place. Almost an ‘ open-air museum ‘ to keep and which to give visibility and cultural dignity.

    Informazioni bibliografiche

    Lascia un commento