Notte, nebbia. Racconto di Gusen

By | novembre 14, 2016

Notte, nebbia. Racconto di Gusen libro di Barbiano di Belgiojoso Lodovico


Barbiano di Belgiojoso Lodovico




SCARICARE (leggere online) LIBRO Notte, nebbia. Racconto di Gusen PDF:

  • Notte, nebbia. Racconto di Gusen.pdf

  • Notte, nebbia. Racconto di Gusen: “Nel dicembre del 1942 entrammo in contatto, a Milano, con alcuni aderenti al
    Partito d’Azione. La nostra piccola banda di cospiratori coincideva con il
    gruppo di professionisti – di amici, innanzitutto – che faceva capo allo
    studio di architettura BBPR, costituitosi nel 1932: oltre a me, Gian Luigi
    Banfi (Giangio), Ernesto Nathan Rogers e Enrico Peressutti (Aurel)”. Ha così
    inizio l’attività di resistenza di Lodovico Barbiano di Belgiojoso, che
    consiste in particolare nel collegamento con le forze alleate e nell’azione di
    propaganda antifascista clandestina. Il 25 luglio 1943, con la caduta di
    Mussolini, cambia il panorama e si intensificano i contatti con personaggi
    come Ernesto Rossi e Altiero Spinelli, rientrati dal confino. Nel marzo 1944,
    l’Autore viene arrestato insieme a Giangio Banfi: incarcerati a San Vittore e
    in seguito trasferiti al campo di Fossoli, vengono poi deportati a Mauthausen
    e da lì a Gusen, dove Belgiojoso sopravvive stremato sino alla liberazione nel
    maggio del 1945. Banfi invece si spegne di stenti nell’infermeria di Gusen il
    10 aprile, qualche settimana prima dell’arrivo delle truppe americane. La
    memoria di Lodovico Barbiano di Belgiojoso resta silenziosa per cinquant’anni
    fino a quando accetta di trasformare in un libro gli appunti raccolti,
    corredandolo con gli intensi e sconvolgenti disegni in parte realizzati con
    mezzi di fortuna nel campo stesso.

    “In December 1942 came into contact, in Milan, with some members of the party action. Our small band of conspirators coincided with the Group of experienced professionals-of friends, first-headed the architecture studio BBPR, formed in 1932: besides me, Gian Luigi Banfi (Sarah), Ernesto Nathan Rogers, Enrico Peressutti (Aurel) “. He thus beginning the resistance activities of Lodovico Barbiano di Belgiojoso, consisting in particular in connection with the Allied forces and clandestine antifascist propaganda. On July 25, 1943, with the fall of Mussolini, landscape changes and intensifies its contacts with people like Ernesto Rossi and Altiero Spinelli, returned from exile. In March 1944, the author was arrested together with Sarah B.: imprisoned in San Vittore and later transferred to camp in Fossoli, are then deported to Mauthausen and from there in Gusen, where Belgiojoso survives exhausted until the liberation in May 1945. Banfi instead goes out of hardship in the infirmary of Gusen on 10 April, a few weeks before the arrival of American troops. The memory of Lodovico Barbiano di Belgiojoso remains silent for 50 years until agreeing to turn into a book notes collected, accompanied with the intense and unsettling drawings partly made with makeshift in the field itself.

    Informazioni bibliografiche

    Lascia un commento